• Italiano

Otto frammenti di tappeto Ushak

Otto frammenti di tappeto Ushak
Date Restauro: 1998 - 1999
G.R. 11143
Manifattura: Anatolia Occidentale
Epoca: XVI sec
Materiali: lana
Provenienza: Museo e Galleria di Palazzo Mozzi-Bardini, Eredità Bardini, Firenze

Direzione lavori: Clarice Innocenti
Direzione tecnica: Gianna Bacci
Restauratori: Silvia Frasca, Donatella Mascalchi, Martina Panuccio (allieve SAFS-OPD)

Indagini scientifiche: Isetta Tosini

Il restauro dei tappeti che fanno parte della collezione Bardini ha rappresentato un’interessante esperienza condotta dalle allieve del corso di restauro arazzi e tappeti.

I tappeti antichi si presentano sovente sotto forma di frammenti, talvolta anche di grandi dimensioni. In questi casi, soprattutto se le parti mancanti sono di rilevanti dimensioni, non si può consolidare la struttura senza incorrere in falsificazioni, perciò si ricorre alla fermatura del frammento su un grande supporto che acquisisce così oltre al ruolo di completamento statico anche quello di suggerimento cromatico.

I numerosi frammenti Ushak sembravano, ad una prima osservazione, parti di uno stesso tappeto; in realtà, osservandoli minuziosamente, si è constatato che ciò non poteva essere possibile per la sostanziale diversità delle caratteristiche peculiari degli stessi, ci si riferisce in particolare alla riduzione (numero dei nodi in un decimetro quadrato) e ad alcuni dettagli in cui è presente una diversa riproduzione dei motivi decorativi pur all’interno di uno stesso modulo disegnativo. 
In considerazione di quanto sopra detto, i diversi frammenti sono stati fissati su supporti differenti e montati su singoli telai lignei rendendoli così indipendenti, senza escludere la possibilità di accostarli durante l’esposizione per suggerire un collegamento relativo al modulo disegnativo.

Otto frammenti di tappeto Ushak: metodo espositivo